giovedì 25 marzo 2010

Neki novi klinci

Neki novi klinci (alcuni nuovi bambini) è una canzone del famosissimo cantautore serbo Đorđe Balašević. Visualizza il video su Youtube.

-------


Moj deda već dugo ore nebeske njive,
Mio nonno già da tanto (tempo) ara i campi celesti,
ali baka još čuva sve stvari i sliku našeg sveca.
mentre la nonna ancora custodisce tutte le cose e la foto del nostro santo.
Na dan kad sam rođen, tu je posađen orah,
Il giorno in cui sono nato, qui è stato piantato un (albero di) noce,
i u avliji pod gustom krošnjom sad igraju se deca.
e nel cortile sotto la fitta chioma adesso giocano i bambini.

Neki novi klinci...
Dei nuovi bambini...

Kroz maglu treperi devet sveća na torti
Attraverso la nebbia tremolano nove candeline sulla torta
tad sam dobio par mandarina i malog belog zeca.
allora ricevetti un paio di mandarini e un piccolo coniglio bianco.
U maju još uvek zriju komšijske bašte,
A maggio ancora maturano i cortili dei vicini,
ali trešnje i zelene kajsije kradu druga deca.
e le ciliegie e albicocche verdi le rubano altri bambini.

Neki novi klinci...
Dei nuovi bambini...

Moj drugar Milutin, druga klupa do vrata,
Il mio compagno Milutin, secondo banco dalla porta,
ima klinca od četiri i po i uči ga da peca.
ha un bambino di quattro (anni) e mezzo e gli insegna a pescare.
Ponekad ga sretnem, mahne kroz prozor kola,
Talvolta lo incontro, mi fa cenno attraverso il finestrino dell'auto,
a u porti, za loptom sad jurcaju neka druga deca.
e all'entrata dietro al pallone ora corrono altri bambini.

A ja, ja se kockam sa prevarantom životom,
E io, io gioco a dadi con la vita truffatrice,
iz rukava on svakoga dana izvuče nekog keca.
dalla manica lui (lei) ogni giorno estrae qualche asso.
I stariji mi kažu: "Sad si u pravom dobu!"
E i vecchi mi dicono: "Ora sei nel periodo giusto!"
A u ulici Jovana Cvijića rastu druga deca.
Nella via Jovan Cvijić (geografo serbo) crescono altri bambini.

Neki novi klinci...
Dei nuovi ragazzi... 


VOCABOLI:
avlija (in croato dvorište) - cortile
baka - nonna
bel (in croato bijel) - bianco
četiri - quattro
čuvati - custodire, badare
dan - giorno
deca (in croato djeca) - bambini
deda (in croato djed) - nonno
devet - nove
doba - epoca, periodo
dobiti - ricevere
drugar - compagno
drugi - altri
gust - denso, fitto
igrati se - giocare
imati - avere
izvući - tirar fuori, estrarre
ja - io
još - ancora
kad - quando
kajsija (in croato marelica) -albicocca
kazati - dire
kec (in croato as) -asso
klinac -bambino
klupa - banco
kockati se - giocare a dadi
komšija (in croato susjed) - vicino di casa
krasti - rubare
krošnja - chioma dell'albero
kroz - attraverso
lopta - pallone
magla - nebbia
maj - maggio
mali - piccolo
moj - mio
naš - nostro
nebeški - del paradiso, celeste
neki - alcuni, cert, qualche
njiva - campo coltivato
nov - nuovo
orah - noce
orati - arare
par - paio; coppia
pecati - pescare
pola - mezzo, metà
ponekad - talvolta
posaditi - piantare
prevarant - truffatore, imbroglione
prozor - finestra
rasti - crescere
roditi se - nascere
rukav - manica
sad(a) - adesso
slika - foto, immagine
sresti - incontrare
star - vecchio, anziano
stvar - cosa
svaki - ogni
sveća (in croato svijeća) - candela
svetac - santo
tada - allora
treperiti - tremolare, vibrare
trešnja - ciliegia/o
učiti - insegnare
ulica - via, strada
već - già
vrata- porta
zec - coniglio, lepre
zelen - verde
zreo - maturo
život - vita

Alcune parole del testo sono scritte in serbo (che a differenza del croato tende a omettere le lettere "j" o "ij" prima della lettera "e"): deda(serbo)-djeda(croato), deca-djeca, bel-bijel, sveća-svijeća.

Nessun commento:

Posta un commento